• Coworking
  • Commenti disabilitati su Coworking: i migliori tool per ottimizzare il tuo lavoro
"Coworking: i migliori tool per ottimizzare il tuo lavoro"

Sia che si scelga di lavorare in un coworking oppure che si opti per il lavoro da casa, essere freelance o lavoratori autonomi significa necessariamente dover organizzare il proprio tempo e le proprie attività quotidiane. Molto spesso, parlando del rapporto tra il lavoro autonomo e quello da dipendente, si tende a citare solo i vantaggi di “non avere padroni” e di conseguenza orari e altri paletti da rispettare. Se ad una prima veloce analisi questo può apparire particolarmente allettante, è importante tenere bene a mente che il lavoro autonomo può rivelarsi ostico se non supportato da adeguati sistemi di organizzazione del tempo e del lavoro. Per questo vi presentiamo quattro tool gratuiti (o quasi) che vi aiuteranno nella gestione delle vostre giornate, portandovi risultati concreti in termini di produttività e di efficacia del lavoro quotidiano.

– Gestisci i tuoi progetti con un tool dedicato al project managent: ASANA 
Per chi ha familiarità con lo Yoga, questo nome non suonerà nuovo. Asana è LO strumento online per eccellenza che permette di gestire in maniera semplice e rapida i progetti nella loro interezza, adottato da decine di migliaia di liberi professionisti e freelance in tutto il mondo. Quando ci si trova a gestire (o anche semplicemente a collaborare alla realizzazione) di progetti che si articolano su più livelli, limitarsi a scriversi una serie infinita di mail può diventare piuttosto frustrante. Asana offre un ambiente unico di lavoro e la possibilità di sfruttare funzioni diverse, partendo da una struttura divisa in organizzazione (il gruppo di lavoro), team, progetti e task. Per una guida completa all’utilizzo di Asana vi consigliamo di leggere la pratica guida messa a punto da Pennamontata.

– Collabora nella maniera più efficace con i membri del tuo team: TRELLO
Trello è un altro diffusissimo tool online che ha la funzione di aiutarti a organizzare il lavoro di un team. Molto spesso, infatti, un freelance non è solo di fronte al mondo ma si trova per forza di cose (e per fortuna) a collaborare con figure professionali diverse. Ad esempio, restando nell’ambito del web marketing, un copywriter (colui che si occupa di testi) dovrà necessariamente lavorare a stretto contatto con un project manager (responsabile del progetto) e magari parallelamente con un grafico piuttosto che con uno sviluppatore. Trello mette a disposizione un ambiente di lavoro diviso in bacheche, la possibilità di creare ticket e di assegnarli ai membri del team, seguendo l’andamento delle lavorazioni in tempo reale. Anche in questo caso, chi meglio di Trello può spiegarvi come funziona Trello?

– Aumenta la tua produttività organizzando al meglio il tuo tempo: TOGGL
Quello che molto spesso viene definito come il grande vantaggio del lavoro autonomo, ovvero l’assenza di orari, si rivela in realtà un’arma a doppio taglio. Per mantenere alta la produttività (e quindi lavorare meno per produrre di più), è fondamentale darsi il giusto ritmo, e soprattutto tenere traccia di come impieghiamo il tempo quotidianamente. In fin dei conti, per farlo basta munirsi di un cronometro e di un quaderno. Ma perché fare questo (seppur minimo sforzo) se qualcuno lo può fare per noi? Toggl è un’applicazione che permette di tenere traccia di ogni singolo minuto del tempo trascorso a lavoro, stilando rapporti di varia natura a fine giornata, al termine della settimana o di un determinato progetto.

– Parla con i tuoi collaboratori in un ambiente dedicato: SLACK
Di questi tempi, quello che certo non mancano sono le applicazioni per chattare. Quando si è lavoro però, le chat e gli strumenti che utilizziamo per parlare con i nostri amici possono rappresentare un ostacolo per la produttività. Slack è la soluzione a questo inconveniente, una piattaforma di messaggistica per team che integra insieme diversi canali di comunicazione in un unico servizio con l’obiettivo di di migliorare l’esperienza lavorativa aumentando l’interazione tra differenti servizi, consolidando e dando un senso al sempre crescente flusso di dati generato dal lavoro in team. Per saperne di più su Slack, vi consigliamo di consultare la guida sul sito.

 

  • Eventi
  • Commenti disabilitati su 30 Minuti Per Farsi Un’Idea: le startup innovative nell’industria 4.0
"30 Minuti Per Farsi Un’Idea: le startup innovative nell’industria 4.0"

Mercoledì 31 gennaio alle 18.00 negli spazi del Nestlab si svolgerà il terzo degli appuntamenti di quest’anno del ciclo di incontri “30 Minuti Per Farsi Un’Idea”, nel quale un esperto è chiamato ad intervenire su un argomento specifico. Dall’affascinante mondo delle cryptovalute si passa all’universo delle startup e dell’industria 4.0, con un workshop dedicato alle opportunità offerte dalla legge di stabilità 2015 (Legge 190/2014) in favore delle aziende che investono in attività di ricerca e sviluppo; a curare il workshop sarà Giovanni Capussela, consulente aziendale.

Per spiegare come beneficiare dei crediti di imposta in favore delle aziende che investono in progetti R&S, Capussela partirà dall’illustrazione del Programma Nazionale della Ricerca – approntato dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) per recepire le strategie implementate a livello europeo in questo settore – per passare in seguito alla definizione del concetto di industria 4.0.

L’evento è gratuito, per iscriversi è necessario confermare la presenza compilando il form qui sotto.

Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento
dei dati personali

  • Eventi
  • Commenti disabilitati su 30 Minuti Per Farsi Un’Idea: Crytpovalute, come usarle in sicurezza
"30 Minuti Per Farsi Un’Idea: Crytpovalute, come usarle in sicurezza"

Mercoledì 24 gennaio alle 18.00 si tiene il secondo degli appuntamenti del 2018 del ciclo di incontri “30 Minuti Per Farsi Un’Idea”, nel quale un esperto è chiamato ad intervenire su un argomento specifico. Dopo l’intervento di Massimo Bianchi, che ha introdotto il concetto di bilancio aziendale, tocca a Silvia Nello far avvicinare i partecipanti al mondo delle cryptovalute. “Le criptovalute – spiega la relatrice presentando l’evento – sono un mezzo per raggiungere la tua libertà finanziaria e non solo, stanno rendendo il mondo un posto migliore. Per poterne beneficiare, però, non basta il consiglio di qualche guru… è necessario comprendere bene questa materia e fare i passi giusti. Azzardare può costare molto più caro di quello che immagini. Partecipa all’incontro e scopri come risolvere i problemi di sicurezza e come gestire e valutare in autonomia le risorse di questo mercato, evitando rischi inutili.

L’evento è gratuito, per iscriversi è necessario confermare la presenza compilando il form qui sotto.

Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento
dei dati personali

  • Eventi
  • Commenti disabilitati su 30 Minuti Per Farsi Un’Idea: il bilancio aziendale, formazione e lettura
"30 Minuti Per Farsi Un’Idea: il bilancio aziendale, formazione e lettura"

Mercoledì 10 gennaio alle 18.00 presentiamo un nuovo appuntamento con “30 Minuti Per Farsi Un’idea”, il ciclo di incontri nel quale un esperto è chiamato ad intervenire su un argomento specifico. Il primo incontro del 2018 sarà dedicato ad un tema apparentemente ostico ma di fondamentale importanza per la vita di un’azienda, specialmente se giovane e affacciata da poco sul mercato: bilancio di esercizio, stato patrimoniale, conto economico, nota integrativa, fatturato, ricavi e utili sono solo alcuni dei parametri da conoscere per stilare e per saper leggere in maniera corretta un bilancio. A spiegare come affrontare un documento di bilancio sarà Massimo Bianchi, responsabile dell’omonimo studio commerciale con sede a Pisa.

L’evento è gratuito, come sempre vi chiediamo di confermare la presenza compilando il form qui sotto.

Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento
dei dati personali

  • Eventi
  • Commenti disabilitati su Un corso per rendere effettivamente utili i nuovi requisiti della ISO 9001:2015
"Un corso per rendere effettivamente utili i nuovi requisiti della ISO 9001:2015"

La ISO 9001 è lo standard più diffuso per i sistemi di gestione della qualità nelle aziende di tutto il mondo: sono infatti più di un milione in 170 Paesi diversi le imprese certificate secondo questa norma. ISO 9001 è un certificato il cui possesso dimostra che le attività dell’impresa rispecchiano i requisiti minimi della norma ISO 9001; in tal modo il cliente finale può aver piena fiducia sul fatto che i servizi e i prodotti immessi sul mercato siano in linea con determinate specifiche e che tutte le fasi relative alla loro realizzazione siano stabilite e verificabili. L’adozione della certificazione ISO 9001 non è obbligatoria, ma il suo possesso sta diventando un attributo sempre più indispensabile per far fronte alle sfide del mercato. Rispetto all’edizione del 2008, la ISO 9001: 2015 prevede una serie di novità che si configurano come effettivamente utili per l’azienda.

Per questo abbiamo scelto di promuovere il corso “Evoluzione del sistema di gestione per la qualità: come rendere operativi e quindi realmente utili i nuovi requisiti introdotti dall’edizione 2015 della norma ISO 9001”, che si terrà a NEST2HUB nei giorni 2-3 e 9-10 febbraio 2018.

L’OBIETTIVO DEL CORSO

Fornire supporto teorico e pratico per la comprensione/applicazione dei nuovi requisiti della norma alla realtà aziendale dei partecipanti. Ogni argomento viene introdotto in via teorica per comprenderne le finalità e i punti di forza, a seguire vengono presentati gli strumenti di supporto all’applicazione del requisito e per finire, durante l’ultima giornata, i partecipanti proveranno ad applicare uno o più strumenti alla propria realtà aziendale, discutendo con il docente eventuali peculiarità e possibili adattamenti.

IL PROGRAMMA

GIORNO 1

  • inquadramento complessivo della norma ISO 9001 e della sua evoluzione, con particolare attenzione alle novità introdotte dall’ultima edizione
  • gli approcci di fondo della norma ISO 9001: la gestione per processi e il risk based thinking
  • l’analisi del contesto e delle parti interessate come primo passo verso l’analisi dei rischi a livello di intera organizzazione
  • esercitazione sulla individuazione dei fattori di contesto e sull’analisi delle parti interessate con conseguente individuazione dei rischi connessi

GIORNO 2

  • l’analisi e il miglioramento dei singoli processi in un’ottica di riduzione dei rischi
  • applicazione pratica di strumenti per la rappresentazione e l’analisi dei processi

GIORNO 3

  • il concetto di leadership:
  • la mappatura delle competenze come strumento indispensabile per la selezione e valutazione del personale
  • caratteristiche e modalità di gestione di un sistema di knowledge management
  • costruzione di un modello per la mappatura delle competenze

GIORNO 4

Lavori di gruppo: analisi e discussione di problematiche aziendali attinenti alle tematiche trattate. I partecipanti al corso porteranno all’attenzione dei docenti le proprie problematiche aziendali e dovranno fornire in anticipo (entro il lunedì della seconda settimana) la relativa documentazione di supporto.

GLI ORARI

9.00 – 13.00 (11.00 – 11.15 coffee break)

14.00 – 17.00 (15.30 – 15.45 coffee break)

COSTI E MODALITÀ

Il corso ha un costo di 680€, le iscrizioni sono aperte fino al 26 gennaio e i posti disponibili sono 20Nel prezzo del corso sono compresi il pranzo e il coffee break.

I DOCENTI

LUCIA BONECHI: Libero professionista. Consulente per l’organizzazione aziendale e l’introduzione di Sistemi di Gestione per la Qualità. Professore a contratto presso l’Università di Pisa.

MARIACRISTINA BONTI: Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa.

Per info e iscrizioni al corso compilare il modulo qui sotto o telefonare al 328 0971630.

Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento
dei dati personali

Scroll to top